Turismo religioso in Puglia è tesoro tutto da scoprire

Vendola: Turismo religioso in Puglia è tesoro tutto da scoprire

nov 26th, 2009|

“Il turismo religioso rappresenta una fetta importante nell’economia della Puglia e nel foggiano in particolare. Noi dobbiamo imparare da esperienze storiche fondamentali”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, in occasione dell’inaugurazione dell’edizione annuale di Aurea, la Borsa internazionale del turismo religioso e delle aree protette. “Dobbiamo imparare – ha continuato Vendola – dal turismo religioso intorno a Lourdes e Fatima, a quella vera e propria esplosione turistica che si è determinata in Galizia, attorno a questo cammino meraviglioso alla volta della Vergine di Santiago de Compostela. E dobbiamo imparare da chi ha organizzato i cammini d’Europa, come l’opera romana pellegrinaggi. Il turismo religioso – ha sottolineato Vendola – in una regione come la Puglia, è un tesoro ancora tutto da scoprire: diciamo che il grosso gira intorno a San Giovanni Rotondo, ma noi non siamo neanche in grado di catturarlo perché possa fermarsi alcuni giorni. È un turismo mordi e fuggi, e molti di coloro che arrivano a San Giovanni Rotondo non conoscono la meraviglia di Monte Sant’Angelo, di una chiesa scavata nelle viscere di una montagna; e molti non conoscono i tanti cammini che in Puglia, da Monte Sant’Angelo fino ad Otranto, fanno della storia della cristianità, ma non solo della storia delle religioni del nostro territorio, qualcosa di straordinariamente ricco, penso ai sedimenti della cultura mussulmana, a quella ebraica ed alla presenza di sinagoghe e di ghetti. Noi dobbiamo essere in grado di riappropriarci della conoscenza e del godimento di questo patrimonio – ha aggiunto Vendola – e di metterlo in vetrina. Si tratta non soltanto di puntare sui turisti, ma di puntare sui viaggiatori e sui pellegrini”.

Turismo religioso in Puglia è tesoro tutto da scoprireultima modifica: 2009-11-26T16:26:00+01:00da mottolanico
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento