Chi è Vendola davvero?

Chi e Vendola davvero? L’eroe della sinistra o l’ennesimo flop? Quali le zone d’ombra dell’ambientalista comunista?

Chi e Vendola davvero? L’eroe della sinistra o l’ennesimo flop? C’è un lato oscuro dell'”ambientalista comunista”?

Vuole candidarsi alle primarie del Pd e sparigliare (letteralmente spaiare, rendere dipsari) la sinistra. Pochi lo conoscono, principalmente nella regione Puglia. Vorrei conoscerlo meglio. Leggo che il suo programma si baserà su:
Bellezza dell’ambiente, pressione fiscale più equa e redistribuzione delle risorse (tante belle parole, non c’è che dire)

Vendola dice cose giuste, si batte per l’ambiente contro il nucleare, amato dal popolo della Puglia, ostacolato dall’inciucione Massimino D’Alema, difende Carlo Giuliani, insomma sembra che il pd abbia finalmente un vero leader di sinistra.
Ma siccome per diventare politico, oggi come oggi, non puoi essere un santo
Ci sono delle zone d’ombra? Delle contraddizioni da evidenziare? Chi è davvero Nichi Vendola?

Imbarazzato
16 agosto 2010, il giornale Italia Terra Nostra ha scritto al presidente della puglia, alcuni quesiti “facili facili” sul tema sanità (vediamo se risponderà), per esempio:
Che lei sappia governatore Vendola, l’ospedale San Raffaele di Milano (annessi e connessi in Italia e nel mondo) produce rifiuti nucleari trasferiti nella provincia di Taranto o in Puglia? Dove si “smaltiscono” le scorie sanitarie radioattive e chimiche dei nosocomi e laboratori del presidente don Verzé?
-Chi ha imposto i manager delle Asl?
-Complessivamente in soldoni pubblici, dal 2005 ad oggi, quanti quattrini la regione Puglia ha versato alle istituzioni sanitarie private?
-La regione Puglia finanzia anche il Vaticano?
-Signor governatore sa che il suo amico don Verzé è socio d’affari di Berlusconi?
-L’operazione San Raffaele del Mediterraneo cela una speculazione finanziaria ed immobiliare?
-Perché la Regione non ha avviato una riconversione delle industrie inquinanti a Taranto, invece di autorizzare l’ulteriore inquinamento come nel caso recente della Cementir (Aia, giugno 2010)?
-Nel nuovo ospedale cattolico San Raffaele del Mediterraneo a Taranto, sarà possibile praticare l’aborto (sancito da una legge dello Stato Italiano)?
Qui tutte le domande, vediamo se seguiranno delle risposte
http://www.italiaterranostra.it/?p=6184

vendola chi è ? bella domanda un comunista un finto comunista? Sappiamo che per arrivare a certi livelli di potere e notorietà devi per lo meno “scendere a compromessi”.

Premetto che a me Nichi piace, quando lo sento parlare apprezzo a tratti i suoi discorsi, anche se a volte sfociano in comizi… fini a se stessi

Il primo punto nero del personaggio di Nichi Vendola (come quello di De Magistris) è che denunciano il fallimento dell’economia nazionale senza mettere in discussione le radici del sistema, basato sullo sfruttamento delle risorse, è come se volessero cambiare solo le apparenze senza sradicare le fondamenta. Come in questo articolo:
<<Vendola, Migliore e De Magistris scoprono l’acqua calda e, ultimi in ordine di tempo, denunciano, nel loro manifesto, il fallimento delle economie nazionali. Peccato che non abbiano il coraggio di scrivere il termine monetarismo. Criticano i pezzi del sistema ma non mettono in discussione la dottrina. Si fanno paladini della legalità, ma non indicano nuove soluzioni di equità sociale. Evocano la democrazia, ma riproducono vecchie parole d’ordine ed esordiscono con un elenco di termini. Cosa stanno facendo nei loro ambiti per meritare il ruolo di capofila del rinnovamento dal sud? Spolperanno ancora il patrimonio di idee del territorio, le iniziative di comitati, gruppi sociali e movimenti per svenderlo all’asta dei “seggiolini”? Temiamo di sì. De Magistris sta forse lavorando in sede europea per smantellare l’inganno culturale e la rendita di posizione del recupero energetico da rifiuti? Soprattutto risulta evidente che Vendola sottovaluta le conseguenze del “suo” ciclo dei rifiuti sulla salute dei cittadini. Guarda tranquillo al futuro, quasi condottiero tecnocrate, e chiude gli occhi sulla deresponsabilizzazione che gli impianti generano nella gestione e cura del territorio.
Davvero un’ottima partenza per l’ennesima cantiere a sinistra!>>
http://www.rifiuticampania.org/rifiuticampania/articles/art_4953.html

Ho fatto una ricerca in rete per poterti rispondere, dato che Vendola è poco conosciuto al di fuori del contesto pugliese.

Il secondo punto oscuro di Vendola è:

<<12 febbraio 2008, quando la GIUNTA Regionale Pugliese si riunisce e delibera (nella stessa seduta) ben 6 provvedimenti a favore dello “stupro ambientale” per usare le parole del Nichi. Le delibere (ripeto, tutte del 12 febbraio 2008) sono le seguenti:
    * n.131 Istanza permesso di ricerca idrocarburi “Fiume Bradano”
    * n.132 Piano Regionale Attività Estrattiva – Proroga termini prosecuzione attività estrattiva.
    * n.133 Concessione di coltivazione idrocarburi “Torrente Celone” Istanza variazione integrativa programma lavori.
    * n.134 Istanza permesso di ricerca idrocarburi “Monte Carbone”
    * n.135 Istanza permesso di ricerca idrocarburi “Manduria”
    * n.136 Istanza permesso di ricerca idrocarburi “Massafra”

Quattro delibere (131, 134, 135, 136) si riferiscono ad Istanze di permesso di ricerca idrocarburi. In questo caso la Regione ha dato il proprio assenso ai campi petroliferi (in terraferma) denominati “Manduria”, “Massafra”, “Fiume Bradano” e “Monte Carbone”.>>
http://www.italiaterranostra.it/?p=3791

L’ultimo punto nero, se così si può dire, è la diatriba che c’è stata tra Vendola e il giornalista del Corriere della Sera, Carlo Vulpio (personaggio che ancora non ho ben inquadrato):

<<Lui, il più pagato presidente di giunta regionale d’Italia, con i suoi 25 mila euro al mese. Lui, “l’ambientalista” che vende come una conquista la legge-truffa sui limiti di emissione della diossina a Taranto (come ho dimostrato nel mio libro “La città delle nuvole”), dove si produce il 93 per cento della diossina italiana e dove ogni due settimane un bambino si ammala di leucemia. Lui, che ha firmato sei contratti ventennali per altrettante discariche con la Cogeam, in cui spiccano il gruppo Marcegaglia e la Tradeco, società, quest’ultima, leader nella raccolta e nello smaltimento dei rifiuti al Sud, ma anche grande elettrice di Vendola e dell’ex assessore regionale alla Sanità, Alberto Tedesco (Pd, indagato per gravi reati), e soprattutto società i cui vertici sono inquisiti in blocco per quella connection rifiuti-sanità che è il cuore nero delle inchieste sulla Sanità in Puglia.>>
http://carlovulpio.wordpress.com/2010/01/01/come-giano-bifronte-nicola-vendola-manovra-e-vendola-nicola-dice-bugie-mentre-con-michele-emiliano-si-gioca-al-tiro-a-segno-come-sullorso-del-luna-park-tre-palle-un-soldo/

Vulpio sostiene che Vendola ha tentato di censurarlo e “intimorirlo” per i suoi articoli critici nei suoi confronti, come per esempio il servizio su un contratto firmato da Vendola per la realizzazione di una discarica in una zona dove si trova un sito neolitico e una sorgente di acqua minerale (qui chiedo ai pugliesi conferma di tutte queste accuse mosse da Vulpio). Vendola ha minacciato di querelare Vulpio, dopodiché la discarica è stata chiusa. Ma pare che il giornalista non sia mai stato querelato, ma così sostiene Vulpio, Vendola chiamava in continuazione il corriere…

 

vendola sembra un politico onesto, ma esistono davvero politici onesti?

21 agosto 2009
<<Medicina Democratica scrive ancora al Presidente Vendola perché venisse richiesto, sulla base di recenti evidenze scientifiche, all’Istituto Superiore di Sanità di rianalizzare gli studi di mortalità sui lavoratori dei petrolchimici di Brindisi e  Manfredonia, dai quali si sono ricavate sinora informazioni erroneamente rassicuranti. La rianalisi degli studi sarebbe di grande interesse per quei lavoratori esposti ed ancora in salute che potrebbero beneficiare di misure di prevenzione. Di seguito la lettera integrale>>
http://www.italiaterranostra.it/?p=1525

24 maggio 2008
http://www.rifondazioneinmovimento.org/wp-content/uploads/2008/05/vendola-tav.pdf


D’altro canto sono andato a Piacenza ad ascoltarlo, ha avuto parole polemiche nei confronti della chiesa e poi a proposito dell’ilva di taranto ha detto che all’epoca si è trovato contro sia gli ambientalisti che volevano chiudere la fabbrica la più grande d’europa nel genere  (immagina qnt operai decine di migliaia)  e dall’altro lato sindacato e operai che dicevano che bisognava star zitti per nn chiudere, alla fine lui e i suoi forse anche con pressione del governo (prestigiacomo) hanno dato all’ilva un ultimatum sulle emissioni con tempo 24 mesi, dopo 20 mesi l’ilva  ha messo filtri  e da 9 grammi di inquinamento sno scesi a 0, e passa
e dice che non basta andranno avanti

Chi è Vendola davvero?ultima modifica: 2011-03-30T12:54:00+00:00da mottolanico
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento